facebookgooglelinkedintwitteryoutubepinterest
English
French
German
Spanish
Italian
Storia

Verso la fine del diciannovesimo secolo, l’isala di Cedaria, in passato solo un punto di passaggio per viaggiatori e commercianti, divento’ una destinazione conosciuta in tutto il mondo in seguito al boom industriale avvenuto grazie alla comparsa della ingegnosa macchina chiamata Fenice, una sorgente che alimenta l’isola intera e tutta la sua industria, che ha attratto innumerevoli artigiani e risorse da tutto il mondo e ha aperto le porte a prosperita’ e sviluppo. Purtroppo, pero’, il desiderio di dominare la nuova ricchezza dell’isola presto porto’ tumulto – i buoni rapporti tra i diversi clan andarono in frantumi, scoppiarono battaglie, schermaglie ovunque – fino al punto  di portare l’isola sull’orlo del collasso.... tanto che successe cio’ che nessuno avrebbe pensato possibile.

La Fenice ando’ in pezzi.

La ragione dietro alla distruzione di cio’ che tutti credevano essere una macchina invincibile rimane un mistero. Nemmeno il suo creatore sa come alcuni dei pezzi essenziali per il suo funzionamento siano semplicemente svaniti nel nulla, senza lasciare traccia. Non trovando il modo di rimettere insieme i pezzi della Fenice, Cedaria fu presto inghiottita dall’oscurita’ interrotta solo da pochi primitivi generatori. La domanda per inventori e ingegneri aumento’ in modo sostanziale mentre la popolazione si azzuffava per impadronirsi e monopolizzare piu’ risorse naturali possibili. Tuttavia, la caduta in disgrazia dell’isola non risparmio’ nessuno; l’oscurita’ diede rinnovato coraggio alle creature delle tenebre che iniziarono ad attaccare, saccheggiare e terrorizzare la popolazione; commercianti e imprenditori iniziarono a diminuire sempre piu’ mentre l’economia deteriorava velocemente e i viandanti iniziavano ad evitare come la peste questo territorio incerto.

In questo caos compare un viaggiatore di ritorno a casa per riunirsi con la famiglia dopo un lungo tempo oltremare. Non si aspettava certo di trovare la casa della sua infanzia in rovina. La notizia della condizione precaria dell’isola lo aveva raggiunto troppo tardi per cambiare i suoi piani per cui si è venuto a trovare presto intrappolato in quanto il suo veicolo non ha abbastanza carburante per tornare sul continente. Ormai prigioniero su Cedaria, il viaggiatore deve sfruttare al meglio la situazione e decidere: imbarcarsi nella lotta per il potere con tutti gli altri abitanti dell’isola o cercare di trovare una soluzione per i problemi condivisi da tutti?

Sponsor 1
Sponsor 2
Sponsor 3
Sponsor 4